Mercoledì 19 Settembre 2018

CERVETERI, FINE SETTIMANA CON GLI ETRUSCHI

Giovedì, Maggio 08, 2014 14:32

Fine settimana dedicato alla scoperta degli etruschi, a Cerveteri. Una doppia occasione per scoprire la Necropoli della Banditaccia e il Museo Nazionale Caerite, con la Notte Bianca del Museo, sabato 10 Maggio, e i festeggiamenti del San Michele Arcangelo, Santo Patrono di Cerveteri.
Share |
Read more

Signori, Le Pate’ De La Maison
da "Le Prenom" di Matthieu DeLaporte e Alexandre De La Patelliere
adattamento di Carlo Bucirosso e Sabrina Ferilli
regia di Maurizio Micheli
con Sabrina Ferilli, Maurizio Micheli e Pino Quartullo

Share |
Read more

 promosso dall'Assessorato Scuola, Formazione, Università, Ricerca della Regione Lazio, assessore Smeriglio, nell'ambito dei fondi del POR 2007/2013. Il bando offre a giovani under 35 residenti da almeno sei mesi nel Lazio, laureandi o laureati, la possibilità di ottenere un contributo a fondo perduto per effettuare un'esperienza di alta formazione o formazione lavoro fuori dalla Regione Lazio, in Europa o nel mondo, riportando poi l'esperienza acquisita nella Regione Lazio.

Share |
Read more

Finalmente anche a Civitavecchia sarà possibile accedere al rilascio, conferma/rinnovo delle patenti speciali, per merito della convenzione tra la ASL RM F e la Commissione Medica Locale Roma I della ASL RM E. L’iniziativa è stata presentata stamane nel corso di una conferenza stampa:

Share |
Read more

Dalle ore 15,30 in poi , nel corso nella trasmissione "la vita in diretta" andrà in onda il servizio che il il cuoco Gianfranco Vissani ha realizzato a Ladispoli sui nostri famosi Carciofi IGP 

Share |
Read more

Si sta per svolgere l’ultima fase dei gemellaggi che quest’anno la “Melone” ha attuato, con un volo alle 6 di mattina per Francoforte, i ragazzi che hanno “aperto” il progetto, ospitando i ragazzi tedeschi, dopo che altri loro compagni di scuola hanno ospitato e sono stati a loro volta ospitati in Francia (a Bastia in Corsica) ed in Olanda (ad Hoogeveen nel Drenthe), ora saranno ospiti per una settimana nelle famiglie dei loro partner in Germania, nella città di Heusenstamm nell’Assia, gemellata con Ladispoli.

Da quando 4 anni fa iniziò il primo timido progetto di gemellaggio, alla data odierna, oltre 150 ragazzi di Ladispoli si sono spostati in varie parti d’Europa per conoscere quanto ci sia di buono o di sbagliato nella nostra Italia e quanto ci sia di positivo o di errato al di fuori di Ladispoli. In tal modo i nostri giovani crescono in modo meno provinciale e con maggiore spirito critico.

Un grande ringraziamento va non solo ai docenti (che hanno lavorato gratuitamente per questo progetto perché la scuola non ha fondi per supportare progetti didattici come questo), ai genitori (che hanno creduto in questa proposta culturale che è basata sul concetto che se ci si conosce, ci si ama), ai ragazzi (che hanno dimostrato educazione, correttezza e maturità dimostrando come l’Italia del futuro sia migliore di quella attuale che offre troppo spesso spettacoli indecorosi), all’amministrazione comunale (che, tramite il delegato del sindaco Paliotta, il dottor Franco Iannilli, ha supportato le attività offrendo bus, sala consiliare, pasti a mensa, disponibilità ed accoglienza), ma soprattutto alla città di Ladispoli che ha accolto questi ragazzi come propri figli, mostrando il lato migliore dell’Italia, quello del suo cuore.

Ma ora è meglio far parlare due genitori italiani, Francesco Marchese e Sandra Magagnini che hanno espresso in poche righe il proprio vissuto relativamente all’esperienza dei loro figli non più italiani, ma europei.

<<Chiara anche quest'anno parteciperà al ' Twinning Italia - Olanda '. Eh già !! Si tratta per noi della seconda edizione di questo progetto che riteniamo positivo sotto molti punti di vista. Pensiamo che questa sia un'esperienza dalla quale possano trarre benefici tanto i ragazzi quanto i genitori.

Chiara non era mai stata via da casa per un periodo di tempo così lungo e con persone che non fossero della famiglia e questo sinceramente un po' ci turbava. Si sarebbe ambientata con la famiglia olandese? E con il diverso stile di vita? Avrebbe risentito della nostra lontananza? Forse ci riteniamo più indispensabili di quanto in realtà siamo. Tutto è avvenuto senza tante difficoltà anzi ci siamo stupiti della tranquillità con cui ci ha salutato alla partenza e con cui ci rincuorava quando la sentivamo al telefono la sera.

Anche per noi è stato naturale e piacevole ospitare Shannon ,la ragazza olandese. Dopo un certo impaccio iniziale, dovuto anche alla lingua, abbiamo cominciato a conoscerla e ad apprendere alcune delle loro abitudini come ad esempio che il pasto non è fatto di tante pietanze diverse ma e' una sorta di piatto unico oppure che,anche d'inverno, non usano il phon per asciugare i capelli (tra l'altro lunghissimi! ).

La sera, anche se stanchissime, Chiara e Shannon ci raccontavano con entusiasmo tutti gli avvenimenti della giornata e anche dopo cena continuavano a chiacchierare come due amiche di vecchia data prima di crollare dal sonno.

Vogliamo evidenziare, infine, l'efficiente organizzazione: tutte le giornate sono state programmate in maniera meticolosa quindi l'impegno per noi genitori e' stato minimo (non si può dire lo stesso per gli accompagnatori!!!).

Ringraziamo fin da ora gli insegnanti che hanno voluto ripetere questo progetto perché sappiamo che richiede molto impegno e responsabilità' ma da' in cambio tante soddisfazioni.

Un forte incoraggiamento a tutto il team organizzativo per questa nuova AVVENTURA!!!!!>>

<<Ok ci siamo, tutti pronti sul blocchetto di partenza... un altro gemellaggio, il secondo, un altra esperienza unica!

Mai avrei pensato che ogni elemento della mia famiglia sarebbe rimasto così modificato dopo la conoscenza di altre persone ... ma che cosa avranno poi di così straordinario questi "olandesi? Tendenzialmente un po' più biondi e un po' più alti... un po' più organizzati, conoscono un po' meglio di noi l'inglese. .. e poi?!? Non so... Però conosco benissimo la naturalezza con cui mia figlia di sei anni, mi racconta di quanto si sia divertita a giocare con Flavia, Daan, Francesco, Stan … e che vorrebbe comprarsi le scarpe come Viola e la maglietta come Imre .... io la ascolto e mi rendo conto che anche lei ha accolto senza riserve gli "olandesi" nella sua vita .

Io e mio marito parlando con Alfred e Mirjam con Eric e Bianca, Anton e Monique abbiamo vissuto momenti di confronto inaspettati sull'educazione dei figli ed è stato disarmante rendersi conto che amiamo i nostri figli e desideriamo per loro un futuro migliore e sostenibile, nella stessa identica misura... incredibile: siamo sulla stessa lunghezza d'onda degli "olandesi"!

L'altra mia figlia, 12 anni adora la musica degli ‘One Direction’, nonostante il divieto chiede sempre se può truccarsi, fa sport, starebbe sempre a chattare su Fb o con whatsapp, studia e inizia a vivere i suoi primi tormenti amorosi e non... Iris, la ragazza olandese conosciuta nel primo gemellaggio, ha 12 anni adora la musica degli ‘One Direction’, nonostante il divieto chiede sempre se può truccarsi, fa sport, starebbe sempre a chattare su Fb o con whatsapp, studia e inizia a vivere i suoi primi tormenti amorosi e non... si sono integrate da subito senza barriere, si cercano costantemente, hanno il loro saluto speciale quando si parlano su Skype, si informano su quanto succede nella vita dei ragazzi del gruppo del gemellaggio... chi è olandese e chi è italiana?

Fra qualche giorno, in occasione del nuovo gemellaggio, arriverà Shania, c'è già grande entusiasmo in casa e tutti non vediamo l'ora di abbracciarla e di sentirci sempre di più Europei seppur chi con l'accento italiano e chi con l'accento olandese.

Ora, conoscendo già le dinamiche del gemellaggio, senza ansia siamo tutti pronti a farci travolgere da un entusiasmo nuovo sano e costruttivo... PRONTI PARTENZA...VIA!>>

R.A.

 

Share |
Read more

Questo sito NON utilizza alcun cookie di profilazione.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

Sono invece utilizzati cookie di terze parti legati alla presenza dei “social plugin”. Se vuoi saperne di più sull’utilizzo dei cookie nel sito e leggere come  disabilitarne l’uso, leggi la nostra informativa estesa sull’uso dei cookie nella sezione relativa alla PRIVACY.