Sabato 16 Dicembre 2017

EUGENIO TRANI :BONUS FISCALE PER LE SPESE PUBBLICITARIE In evidenza

Vota questo articolo
(1 Vota)
Sabato, Ottobre 07, 2017 10:03

La legge del 28.12.2015 n. 208 ha previsto il riversamento all'Erario per gli anni 2016/2018 delle eventuali maggiore entrate versate a titolo di canone di abbonamento alla televisione per essere destinate al finanziamento del Fondo per il pluralismo e l'innovazione dell'informazione; pertanto a partire dal 2018, imprese e lavoratori autonomi potranno beneficiare di un CREDITO D'IMPOSTA

  in relazione alle campagne pubblicitarie effettuate su quotidiani, periodici, emittenti televisive e radiofoniche. Il legislatore ha dato attuazione a quanto previsto dalla delega contenuta nella legge 198/2016, finalizzata all'introduzione dei benefici fiscali connessi agli investimenti pubblicitari su quotidiani e periodici, nonche' sulle emittenti televisive e radiofoniche locali, analogiche e digitali, attraverso un riconoscimento di un particolare beneficio agli inserzionisti di micro, piccola e media dimensione e alle start up innovative.

 AMBITO APPLICATIVO

I soggetti beneficiari sono Professionisti, lavoratori autonomi, imprese di qualsiasi natura giuridica.

L'agevolazione si sostanzia in un credito d'imposta connesso alle spese in campagne pubblicitarie effettuate tramite stampa periodica o quotidiana, emittenti televisive, emittenti radiofoniche locali; per avere diritto al credito d'imposta e' necessaria la sussistenza di un "investimento incrementale", ossia del fatto che l'investimento sia superiore almeno dell'1% di quello sui medesimi mezzi di informazione dell'anno precedente; il credito d'imposta potrà essere utilizzato in compensazione mediante modello f24; Esempio:

Alfa srl ha effettuato nell'anno "n" spese pubblicitarie per un importo pari a €. 10.000

per fruire del Bonus nell'anno "n+1" la società deve sostenere spese pubblicitarie almeno di importo pari a €. 10.100; Alfa sostiene nell'anno "n+1" spese pubblicitarie per €. 15.000 il credito d'imposta sarà pari a :

( €. 15.000 - €. 10.000) x 75% (percentuale prevista) = €. 3.750

 FINALITA'

Spingere le imprese a utilizzare gli strumenti pubblicitari per sostenere lo sviluppo e la crescita della propria attività e aumentare le risorse finanziarie a favore del comparto editoria.

  MODALITA' DI RICONOSCIMENTO DEL BONUS

E' prevista la presentazione di un'apposita istanza diretta al Dipartimento per l'informazione e l'editoria della Presidenza del Consiglio dei ministri;

Ci rimane che attendere il Decreto per sapere le modalità di presentazione.

                                                                                            Dott. Eugenio Trani

                                                                                              "Commercialista"

Share |