Martedì 22 Maggio 2018

Ladispoli: Cambierà tutto per l’illuminazione pubblica In evidenza

Vota questo articolo
(0 Voti)
Lunedì, Maggio 14, 2018 7:20

“La riqualificazione dell'impianto di pubblica illuminazione di Ladispoli è uno dei nodi focali del programma dell’amministrazione del sindaco Alessandro Grando. Perché una città  ben illuminata è una città sicuramente più sicura”.A parlare è l’assessore ai lavori pubblici, Veronica De Santis, che ha annunciato una novità epocale per la manutenzione ed il potenziamento della pubblica illuminazione nelle strade di Ladispoli.

 

“E’ indubbio che pali della luce moderni ed efficienti migliorino il contesto sociale ed urbano – prosegue l’assessore De Santis - scongiurando la creazione di aree o vicoli ciechi ed avvolti dalle tenebre dove potrebbero verificarsi situazioni di pericolo per varie cause. I lampioni ad oggi presenti sul nostro territorio, per una buona parte, si presentano in cattivo stato e, nonostante gli ultimi interventi di reintegrazione e l'efficientamento di viale Mediterraneo, abbiamo centinaia di punti luce ancora da sostituire ed inserire. Oltre all'illuminazione, puntiamo alla conversione di Ladispoli in una vera e propria Città intelligente ed interattiva, attraverso sistemi di videosorveglianza attiva, informazione in tempo in reale mediante le applicazioni e cartellonistica ad hoc. Insieme a tanti altri servizi per migliorare la vivibilità della città. Per poter attuare un così complesso progetto di riqualificazione sull'intero territorio comunale, dopo un accurato studio delle normative e dello stato di fatto, abbiamo deciso di percorrere la strada del Partenariato Pubblico privato, ai sensi del codice degli Appalti d.lgs 50/2016.

Con una delibera di Giunta, è stato approvato l'avviso per la ricerca di un promotore interessato a gestire e mantenere, in via ordinaria e straordinaria, la rete di pubblica illuminazione, oltre che a realizzare progetti di efficientamento energetico, riduzione dei consumi, sorveglianza ed attivazione di una serie di servizi atti a trasformare la città in una Smart City. Le società presenteranno la loro proposta che sarà esaminata da una Commissione, secondo lo schema di punteggio ed i requisiti stabiliti dell'avviso. Verrà quindi individuato un promotore che si farà carico di eseguire l'audit energetico e di elaborare una proposta che, una volta approvata dall'amministrazione, verrà messa a gara, come da normativa vigente.

Dobbiamo cominciare – conclude l’assessore De Santis - a puntare l'attenzione su un nuovo modello di città, che sia a misura di cittadino”.

Share |