Giovedì 16 Agosto 2018

Dall’Europa alla Fattoria degli Animali di Ladispoli per imparare buone pratiche In evidenza

Vota questo articolo
(0 Voti)
Lunedì, Maggio 21, 2018 6:18

La Fattoria degli Animali di Ladispoli è stata sede, dal 16 al 20 maggio 2018, del workshop internazionale “A child with autism spectrum disorders at school” , nell’ambito del Progetto europeo „International mobility of school education staff”.Un primo gruppo di insegnanti, provenienti dalle scuole della Polonia, ha visitato la Fattoria degli Animali ed ha svolto una formazione specifica sulle buone pratiche nella realizzazione di laboratori ed attività rivolte a persone diversamente abili; il nostro modello di lavoro sarà applicato nelle scuole di provenienza degli insegnanti.

“Questo progetto è la continuazione di un percorso iniziato ormai tanti anni fa” – afferma Antonio Pizzuti Piccoli, Direttore Tecnico della Fattoria – “ Percorso che ci ha visto insigniti, dal 2011, del ruolo di “Fattoria Arca” della comunità europea, per i meriti nelle attività di educazione ambientale e nella salvaguardia della biodiversità agraria”.

“Il nostro modello di lavoro attraverso Attività Assistite con gli Animali – AAA, rivolto a persone diversamente abili” – continua Antonio Pizzuti Piccoli – “Ci ha portato a pubblicare i risultati del nostro lavoro sul Journal of Agricultural Science, del Canadian Center of Science and Education e, nel 2016, a svolgere una serie di conferenze in Libano per promuovere le nostre buone pratiche”.

La Fattoria degli Animali, gestita dall’Associazione Natura per Tutti Onlus, è un progetto nato ormai nel 2001 e sostenuto dalla Fondazione Cariciv di Civitavecchia, tra i cui scopi vi è proprio quello di diffondere una conoscenza del territorio che ne valorizzi l’importanza anche come scenario per lo svolgimento di attività terapeutico – riabilitative.

Il workshop di formazione ha coinvolto anche altre realtà come l’Oasi Naturale del Bosco di Palo e l’Associazione Nuove Frontiere Onlus, con cui la Fattoria collabora da anni nel creare una rete di eccellenza sul nostro territorio.

Share |