Giovedì 16 Agosto 2018

Depuratore Campo di Mare, il Sindaco Pascucci firma Ordinanza per immediato riavvio dell’impianto In evidenza

Vota questo articolo
(0 Voti)
Sabato, Giugno 09, 2018 15:16

Con l’Ordinanza Sindacale n. 60 di venerdì 8 giugno 2018 il Sindaco di Cerveteri Alessio Pascucci ha dato mandato di provvedere all’immediato riavvio dell'impianto privato di depurazione di Campo di Mare, di proprietà della Società Ostilia.

“Dopo l’occupazione temporanea dell’impianto da parte dell’Ente, nel febbraio scorso da parte dell’Amministrazione comunale propedeutica al ripristino della sua funzionalità̀ – ha dichiarato Alessio Pascucci, Sindaco di Cerveteri – grazie al lavoro costante del nostro Ufficio Ambiente e a una ferma e precisa volontà del nostro Ente di portare finalmente a conclusione una problematica annosa per il nostro territorio, abbiamo immediatamente avviato l’iter per la realizzazione dei lavori necessari al ripristino dell’impianto.

Lavori, per un importo di circa 160mila euro, che sono stati eseguiti totalmente in danno alla Società Ostilia, come previsto dalla normativa. Pochissimi giorni fa i lavori sono stati ultimati e sono state eseguite le pratiche di collaudo alla presenza anche del nostro Dirigente dell’Area III Architetto Marco Di Stefano.

Nel costo complessivo dei lavori sono comprese sia le spese di realizzazione degli interventi, sia i costi di smaltimento. Infatti in tutte queste settimane, durante il disservizio del depuratore, abbiamo provveduto, d'accordo con tutte le autorità competenti, a smaltire i fanghi e i residui."

"La rimessa in funzione del depuratore di Campo di Mare è un intervento fondamentale, di estrema importanza per la nostra città, che fa del proprio mare una delle risorse principali per l'economia locale - ha proseguito il Sindaco Pascucci.

Era pertanto urgente e prioritario, anche in virtù dell'approssimarsi della stagione estiva e balneare durante la quale la popolazione della frazione raggiunge il suo picco, che l'impianto fosse a pieno regime, al fine di garantire i massimi livelli di depurazione possibili”.

“Con l’occasione ringrazio la nostra Assessora all’Ambiente Elena Gubetti, che ha sempre seguito in prima persona l’evolversi della situazione, il personale dell’ufficio tecnico e urbanistico e, in particolare, un grande plauso va agli uomini della guardia costiera, che in queste settimane ci hanno affiancato in modo professionale e con i quali stiamo svolgendo un lavoro di squadra puntuale e metodico.

Da mesi stanno lavorando quotidianamente nel nostro territorio per verificare i depuratori e per individuare tutte le vergognose situazioni di scarichi abusivi che abbiamo ereditato e delle quali non avremmo saputo nulla senza il loro intervento. Quello che sta emergendo in queste settimane è inquietante: interi quartieri autorizzati, ma privi delle corrette reti di smaltimento, che sversano da decenni nel nostro mare. Istituiremo subito una commissione di inchiesta per capire come sia potuto accadere tutto questo. Come per altre zone la distanza temporale degli eventi metterà al sicuro da conseguenze giudiziarie i veri responsabili, ne sono certo. Ma la città e soprattutto le persone che inconsapevolmente abitano in quegli immobili hanno il diritto di sapere cosa è accaduto. E noi lo scopriremo".

Share |