Domenica 23 Settembre 2018

Il pensiero di Maria Concetta Palermo del il Movimento Civico Ladispoli Città, sulla imminente riapertura delle scuole a Ladispoli In evidenza

Vota questo articolo
(0 Voti)
Martedì, Settembre 11, 2018 14:39

Nei prossimi giorni suonerà di nuovo la campanella per tutti gli studenti di ordine e grado delle nostre scuole. Eppure, al netto di comunicati stampa, dichiarazioni video e polemiche del l’amministrazione con altri enti pubblici -

a nostro avviso sgradevoli soprattutto per il ruolo super partes e di dialogo che il Comune dovrebbe avere con la Scuola - ci sono ancora molte domande rimaste senza risposta.

 Il Movimento Civico Ladispoli Città aveva già sollevato la questione relativa alla nuova “destinazione d’uso” del #Polifunzionale di via Y. De Begnac, struttura (è bene ricordarlo) che nasce come mensa scolastica ma che l’attuale amministrazione vuole trasformare in altro.
Guardiamo i numeri: lo scorso anno (2017/2018) usufruivano del servizio mensa 16 classi divise in tre turni: dalle ore 11.40 c.ca alle ore 13.30 c.ca. Quest’anno (2018/2019) saranno ben 19 le classi a tempo pieno che avranno bisogno di una sala mensa. L’amministrazione ha avviato dei lavori di trasformazione dell’ex sala professori del plesso Fumaroli (Istituto Comprensivo C. Melone) per trasformarla in mensa. Tuttavia - e non serve una planimetria per accorgersene - questa nuova sala sarebbe di dimensioni nettamente inferiori a quelle del Polifunzionale.
E allora, se le classi aumentano e lo spazio diminuisce, quanti turni mensa saranno previsti quest’anno?
E, inoltre: cosa vorrà fare l’amministrazione del Polifunzionale, considerando che qualunque attività diversa creerebbe inevitabili disagi in orario scolastico agli alunni a lezione nelle classi antistanti?
Un’altra questione che ci sta piuttosto a cuore è quella legata al destino del plesso di #via #Rapallo. Dopo diversi annunci fatti da assessori, Sindaco e delegato, ci troviamo di nuovo al punto di partenza. Gli scolari dovranno essere ospitati per un periodo non meglio definito (c’è chi parla del ponte di Ognissanti e chi dell’Epifania) in altre scuole. Il Comune, a tal proposito, mette a disposizione una navetta gratuita per il trasporto. Atto meritorio, certo, ma viene da chiedersi: coperto con quali risorse economiche?
Non sarebbe stato più facile mettere a disposizione le aule ancora libere di alcuni plessi cittadini? In casi come questo il Comune, attraverso lo strumento del Piano di Dimensionamento Scolastico, avrebbe potuto far molto già dallo scorso anno. Perchè, e lo sottolineiamo, la disponibilità degli spazi scolastici e la loro sicurezza (fino alle Scuole Medie) riguardano unicamente il Comune, in qualità di proprietario degli immobili.
 Nei prossimi giorni e gli studenti torneranno sui banchi a lavorare sul proprio futuro, sui sogni e sui saperi. Ci auguriamo che questo rientro sia agevole per tutti i comparti che operano nel mondo della Scuola e che l’amministrazione Grando, malgrado le nostre perplessità, abbia fatto bene i compiti per le vacanze, considerando le incognite e anticipando i possibili i disagi.
Per il Movimento Civico Ladispoli Città
Il consigliere comunale Maria Concetta Palermo

 

Share |
Ultima modifica il Martedì, 11 Settembre 2018 14:46