Martedì 16 Ottobre 2018

Stanziati i fondi per risarcire privati cittadini e attività produttive dai danni della tromba d’aria del 6 novembre 2016 In evidenza

Vota questo articolo
(0 Voti)
Mercoledì, Ottobre 10, 2018 11:40

“Dopo due anni di attesa, siamo lieti di annunciare che il Consiglio dei Ministri ha individuato le risorse finanziarie finalizzate al riconoscimento dei contributi economici per il ristoro dei danni subiti dal patrimonio privato e dalle attività economiche e produttive

a seguito della tromba d'aria che ha colpito Ladispoli il 6 novembre 2016. I cittadini interessati ad accedere ai contributi dovranno presentare apposita domanda entro il giorno 22.10.2018 utilizzando i moduli messi a disposizione dal Comune di Ladispoli”. Le parole sono del Sindaco Alessandro Grando che ha ricevuto la comunicazione ufficiale dall’Agenzia Regionale di Protezione civile. Un risultato reso possibile anche dalle ripetute sollecitazioni che l’amministrazione comunale di Ladispoli da mesi effettuava presso gli enti governativi, segnalando come centinaia di cittadini avessero subito pesanti danni senza aver mai ottenuto il risarcimento. Il Governo – spiega Grando – ha deliberato la ripartizione dei fondi per le Regioni danneggiate dal maltempo, per il Lazio finalmente si sono sbloccati i finanziamenti per risarcire i privati cittadini e le attività produttive che furono vittime del tornado due anni fa. Oltre a Ladispoli riceveranno fondi anche Campagnano, Anguillara, Castelnuovo di Porto, Cerveteri, Fiumicino, Morlupo, Sacrofano e ovviamente Roma. Le domande di contributo potranno essere presentate a mano presso l’ufficio protocollo di piazza Falcone, inviate per raccomandata o per posta elettronica certificata entro il prossimo 22 ottobre. In queste ore sul sito istituzionale del Comune di Ladispoli verrà pubblicato l'avviso con il quale vengono resi noti tutti i dettagli e al quale saranno allegati i moduli da compilare e tutte le informazioni utili sulle modalità di presentazione delle domande.

Invitiamo tutti ad affrettare i tempi per presentare le istanze”.

 

Share |
Ultima modifica il Mercoledì, 10 Ottobre 2018 11:43