Sabato 15 Dicembre 2018

Bene i rimborsi per i danni della tromba d'aria del 2016 - Male l'intempestiva comunicazione dell'Amministrazione Grando In evidenza

Vota questo articolo
(0 Voti)
Giovedì, Ottobre 11, 2018 11:34

 (riceviamo e pubblichiamo) dal consigliere comunale Giuseppe Loddo Movimento Civico "Si Può Fare" Abbiamo appreso, con sincera soddisfazione, dalla stampa la buona notizia che la Protezione Civile Regionale ha comunicato al Comune di Ladispoli

la possibilitĂ  per i privati e le aziende, che hanno subito danni in occasione della tromba d'aria del 6 novembre 2016, di chiedere i rimborsi. Nel medesimo articolo viene indicata la data del 22 ottobre 2018 il termine per la presentazione delle domande.

Una finestra di circa 11 giorni compresi due sabati e due domeniche che riducono a 7 i giorni utili per presentare centinaia e centinaia di domande.

Visto che il termine ci sembrava troppo breve e che diversi cittadini ci avevano contattato per capire se era possibile una proroga della scadenza ci siamo messi ad approfondire l'avviso pubblicato sul sito del comune e la documentazione allegata.

La data di scadenza per la presentazione delle domande di rimborso scaturisce dal termine di 40gg dalla pubblicazione sulla gazzetta ufficiale della delibera del Consiglio dei Ministri del 06/09/2018 "Attuazione delle disposizioni previste dall'art. 1 commi 422 e seguenti della L. 208 del 2015 pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale - Serie Generale n.213 del 13/09/2018.
Ne consegue che le domande dovranno essere presentate entro il 22 ottobre 2018 inderogabilmente.

La nota dell'Agenzia Regionale di protezione civile è pervenuta al Comune di Ladispoli il 25/09/2018. Considerato che la posta impiega in media uno o due giorni per arrivare ai destinatari dal protocollo ne consegue che l'amministrazione ha divulgato con circa 14gg di ritardo questa importantissima notizia.

Giorni persi. Giorni che potevano servire per portare a conoscenza  tutti gli interessati del provvedimento e che potevano essere utili per gli aventi diritto a reperire documentazione e informazioni per produrre un istanza corretta.

La scadenza del 22 ottobre p.v, costringerĂ  gli aventi diritto, (quelli che lo sapranno in tempo!), ad un vero e proprio tour de force per recuperare documentazione e presentare istanza.
Molti anziani o i meno informatizzati rischiano di non saperlo in tempo e molti avranno necessitĂ  di aiuto per recuperare la modulistica e le informazioni.

L'amministrazione del Sindaco Grando con questo ritardo nella pubblicazione dell'avviso di presentazione delle domande rischia di danneggiare molti cittadini che, giĂ  colpiti dal tragico evento del 6 novembre del 2016, potrebbero non vedere un euro di risarcimento.

Il Movimento Civico "Si Può Fare" si attiverà per contattare il maggior numero di cittadini interessati. La scadenza è vicinissima.

 

 

Share |
Ultima modifica il Giovedì, 11 Ottobre 2018 11:46