Martedì 20 Novembre 2018

Valcanneto: Antonella Martinangeli *Dal taglio del nastro al taglio dell’asfalto* In evidenza

Vota questo articolo
(0 Voti)
Sabato, Novembre 03, 2018 10:44

È ormai noto il malcontento generale che i cittadini della frazione di Valcanneto lamentano costantemente nei confronti dell’amministrazione del Comune di Cerveteri.
Un centro potenzialmente e ipoteticamente “residenziale “,

  ma realmente divenuto il dimenticatoio di un’amministrazione poco presente se non in campagna elettorale, portando all’esasperazione i cittadini, creando così sul territorio inevitabilmente diverse fazioni intente a segnalare e richiedere interventi di ogni genere, più o meno urgenti affinché il degrado non prenda ulteriormente il sopravvento.
Manutenzione verde pubblico, pubblica sicurezza, pulizia del territorio, servizio smaltimento rifiuti, video sorveglianza, marciapiedi e dissuasori di velocità, DELEGAZIONE... questi i disservizi che maggiormente gravano nel quotidiano di ogni cittadino.
Dopo anni di strade martoriate non manutentate a dovere con l’aggravante dei lavori di scavo per la metanizzazione, con annesse e connesse polemiche di ogni genere legate a un sistema di avanzamento lavori incomprensibili ai comuni cittadini, a settembre u.s. arriva la svolta: INIZIANO I LAVORI PER IL RIFACIMENTO DEL MANTO STRADALE !!
Quando finalmente italgas termina i lavori di riasfaltatura dell’anello via Boito/Via scarlatti sopraggiunge l’ennesima beffa:
L’enel taglia l’asfalto nuovo di zecca,  da un ciglio all’altro di via scarlatti per realizzazione lavori di allaccio energia elettrica della fantomatica “delegazione” inaugurata l’8 giugno
del 2017 ma mai operativa .
Praticamente in un anno e mezzo non hanno avuto tempo per fare l’allaccio???  Ci spiegano che sono arrivate in ritardo le autorizzazioni a procedere, quindi ad asfalto già completato.
Un anno e mezzo per avere un’autorizzazione????
Allora per quale motivo l’8 giugno del 2017 hanno messo in scena il cerimoniale di inaugurazione degli uffici di delegazione pur sapendo che erano mancanti le autorizzazioni ad operare???
Forse avrebbero dovuto “STUDIARE” meglio il caso???? Nell’assemblea pubblica del 12 ottobre svoltasi a Valcanneto, dove era presente 3/4 di giunta (praticamente il proseguio del consiglio comunale del giorno prima) è stato da loro ripetuto più volte lo slogan “fate il vostro intervento e poi date la parola agli altri.... non è un dibattito” senza dare quindi diritto di replica ai loro monologhi!!! Si proprio così!!!
Le loro assemblee sono dei monologhi, vengono a raccontarci quello che avrebbero dovuto fare 5 anni fa e che lo faranno tra chissà quanto (forse).
Per non parlare dell’abilità del Sindaco nel ribaltare qualsiasi tipo di argomento con le
sue consuete filastrocche di esempi a catena per sviare l’attenzione dalla domanda posta.
Risultato finale? Nessuna risposta concreta.
Bene cara amministrazione del comune di Cerveteri… Rassegnati. Valcanneto esiste... Noi cittadini esistiamo… E insisteremo a chiedere e pretendere quello che ci spetta di diritto...  fino all’ultimo giorno del vostro mandato.
Perché....
Un territorio che teme di denunciare i problemi collettivi sarà sempre destinato ad essere subalterno a chi li crea.

Rinascita Valcanneto

Share |