Mercoledì 17 Luglio 2019

Da una Quinta all’altra. Alla Sala Polifunzionale di Ladispoli, ore 19, concerto sinfonico dell’OgMF diretta da Massimo Bacci In evidenza

Vota questo articolo
(4 Voti)
Domenica, Maggio 12, 2019 14:41

Siamo giunti alla terza serie di concerti della Stagione concertistica “VIVIMusica 2019” organizzata dall’Associazione Massimo Freccia in collaborazione con l’Assessorato alla Cultura della Città di Ladispoli.

A poche settimane dalla magistrale esecuzione della Quinta sinfonia di Beethoven, composizione tra le più celebri del repertorio di tutti i tempi, il Maestro Bacci guiderà un’Orchestra giovanile Massimo Freccia al gran completo nella Quinta sinfonia di Shostakovich e nel Romeo e Giulietta di Tchaikovsky

Il concerto di questa sera sarà un affascinante viaggio nella grande tradizione musicale russa attraverso due tra i compositori più rappresentativi; due opere assolute di questa grande cultura che si collocano tra le vette più alte del firmamento universale della musica classica.

Come le prime due serie di appuntamenti concertistici di questa seguitissima Stagione 2019, due giorni fa abbiamo assistito all’ennesime straordinarie performance dei giovani solisti dell’OgMF.
Cosa si può aggiungere alle emozioni e allo stupore scaturito da esecuzioni che hanno messo in luce, oltre al virtuosismo, una sorprendente maturità musicale?

Un convinto plauso ha accompagnato tutti, dai violinisti Chiara Ascenzo, nell’esecuzione della Ciaccona di Bach, Roberta Vaino alle prese con la Ballade di Ysaÿe, Leonardo Fauci nella Prima sonata di Bach, Silvia Muscolino nel Concerto in la minore sempre di Bach fino al Concerto per quattro violini di Vivaldi eseguito da Lisalinda Campi, Aurora Barbagallo, Giulia Indino e Giorgia Muzzi insieme all’Orchestra giovanile Massimo Freccia.

Hanno concluso due talentuosissimi strumentisti: il flautista Michele Forese con la Fantasia di Telemann e il Nocturne di Gaubert, e il violoncellista Lorenzo Muscolino accompagnato dalla pianista Rosalba Lapresentazione nel Concerto per violoncello di Lalo.

Share |