Mercoledì 16 Ottobre 2019

ETRURIA IN VELA – SECONDA TAPPA In evidenza

Vota questo articolo
(0 Voti)
Lunedì, Agosto 12, 2019 13:05

In questo fine settimana di Agosto, con il ferragosto ormai alle porte, si è conclusa un’altra tappa del trofeo Etruria in vela.

L’associazione Club il Castello di Marina di San Nicola ha ospitato la seconda competizione dedicata a Branchini Anella, riscontrando grandi risultati soprattuto dai partecipanti più piccoli usciti dalle scuole vela del territorio.

Nella categoria Optimist vince Edoardo Milone dopo un testa a testa con Giacomo Marchese che si piazza al secondo posto. Terzo posto per Alessandro Di Lorenzo

Nelle Derive Marica Totaro e Jacopo Martinez si aggiudicano il primo posto davanti alle sorelle Contutelli giovani velisti uscite dalla scuola dell’Associazione Nautica Campo di Mare.

Nella categoria Open Bic dopo un avvincente testa a testa Matteo Tancredi  ha la meglio su Pietro Paris aggiudicandosi così il primo posto.

Nei laser Francesco Iudica, laserista più giovane della categoria, perde una posizione ma rimane sempre sul podio classificandosi terzo dietro ad Andrea Susini e Alessandro Bonamore che si piazzano rispettivamente al primo e al secondo posto.

Nei Catamarani Andrea e Matteo Bandiera si aggiudicano il primo posto, Matteo Bussotti e Valerio Abitante la seconda posizione e  Sergio Tarsi e Flavio Fantozzi il terzo gradino del podio.

Classifica ancora aperta e ancora tutta da giocare nel trofeo che, nelle sue due giornate conclusive del 17 e 18 agosto presso l’Associazione Velica San Nicola, vedrà grandi e piccoli sfidarsi per raggiungere il gradino più alto del podio.

Venerdì 16, aspettando le due giornate conclusive del trofeo, si navigherà con la veleggiata in bianco, da Campo di Mare a Palidoro, con l’obiettivo di raccogliere fondi da donare alla Casa Ronald di Palidoro della Fondazione per l’infanzia Ronald McDonald, che attraverso le case e le Family Room Ronald McDonald, situate nei pressi o all’interno dei reparti pediatrici in ospedali d’eccellenza, ospita le famiglie dei bambini in lunga degenza permettendo loro un risparmio sui costi di alloggio, ma soprattutto aiuta i bambini a ritrovare l’ambiente familiare e il comfort di casa.

Share |