Giovedì 12 Dicembre 2019

ITALIA IN COMUNE: LADISPOLI, LE SCELTE URBANISTICHE IN UNA CITTÀ SENZA FUTURO In evidenza

Vota questo articolo
(0 Voti)
Mercoledì, Novembre 27, 2019 18:01

(riceviamo e pubblichiamo) Sabato 23, nella sede di Italia in comune Ladispoli, abbiamo dato forma al secondo tavolo tematico tra quelli in calendario.


In questa data abbiamo approfondito i temi urbanistici della nostra Città legati alla sostenibilità di una Città a misura d'uomo.
In prima battuta ci sembra doveroso ringraziare le Cittadine ed i Cittadini che hanno partecipato, ed in particolare i tecnici, che hanno reso possibile un approfondimento ampio e meticoloso sulla regolamentazione di questa voce e sugli strumenti che possono essere adottati, ed infine, quelli usati a Ladispoli.
Di fronte alle piante topografiche pre e post variante al prg, è stato possibile analizzare dettagliatamente gli sviluppi positivi e negativi precedenti e quelli in essere, valutando l’operato della precedente Amministrazione Paliotta, e l’attuale guidata dal Sindaco Grando, procedendo anche nella meticolosa attenzione agli strumenti utilizzati al di fuori del prg come ad esempio i diversi piani integrati.
Dai disegni si evince un ulteriore allargamento di edificabilità su quasi tutti i terreni agricoli di Torre Flavia, arrivando quasi a Via Fontana Morella,compromissione non giustificata da nessun motivo tecnico,o compensativo,visto che la variante precedente (Paliotta) è vero che aveva compromesso una parte di quei terreni,ma per compensare e ottenere a bene pubblico l’area tra Viale America e la Ferrovia,cosa poi contraddetta sempre dalla precedente Amministrazione approvando una osservazione dei proprietari per edificare sopra la stessa, a quel punto inutile mantenere in quanto già allora compensazione. Diversamente, il Sindaco Grando rincara la dose su quella zona ampliandola, e come si diceva senza nessun vantaggio per la collettività, con una previsione di edifici alti fino a 14 metri. Vorremmo poi ricordare la complicatissima questione dei campeggi di via Roma, che negli ultimi mesi hanno visto destinata una variante con ampliamento di cubatura.

Share |