Giovedì 2 Aprile 2020

LA VISITA DEGLI STUDENTI DELL’ISTITUTO ALBERGHIERO DI LADISPOLI AL QUIRINALE, IL LUOGO DELLA MEMORIA, DELLA STORIA E DELLA BELLEZZA, APRE LE PORTE ALLE SCUOLE In evidenza

Vota questo articolo
(0 Voti)
Martedì, Febbraio 11, 2020 17:49

 

Uno spazio della memoria, che consente di attraversare la storia politica e civile dell’Italia. Un luogo del potere, ma anche dell’arte e della bellezza: martedì 11 febbraio il Palazzo del Quirinale ha accolto gli studenti dell’Istituto Alberghiero di Ladispoli

che hanno visitato le sale più importanti e i giardini della residenza del Presidente della Repubblica. Ad accompagnarli i docenti Prof. Antonio Riccitelli e Prof.ssa Francesca De Cicco.

“L’iniziativa rientra fra le attività legate all’Educazione alla Cittadinanza. – hanno spiegato – Visitare i Palazzi istituzionali significa avvicinare gli studenti alla ‘concretezza’ di alcuni concetti alla base della vita e della dialettica della democrazia. La teoria non basta. Nel nostro Istituto crediamo da sempre all’importanza di un apprendimento fondato sull’esperienza. Siamo certi che la giornata di oggi rimarrà impressa per sempre nella memoria dei nostri allievi”.

Sorto sull’area di un antico tempio del dio Quirino e di una successiva villa appartenuta nel Cinquecento al Cardinale Oliviero Carafa, ampliato a partire dal 1583, con la sua superficie di oltre 110mila metri quadrati, il Quirinale è uno degli edifici più grandi del mondo e uno dei più estesi palazzi presidenziali (la Casa Bianca è venti volte più piccola). Sede, per secoli, dei pontefici, dal 1871 è divenuto residenza ufficiale del Re d’Italia e, dal 1946, del Presidente della Repubblica Italiana. Il Quirinale attrae da sempre il pubblico vastissimo dei visitatori e degli amanti dell’arte, in obbedienza al volere del dodicesimo Presidente della Repubblica. Era, infatti, il 16 febbraio del 2015 il giorno in cui, all’indomani della sua elezione, Sergio Mattarella aveva annunciato il desiderio di aprire con maggiore frequenza e continuità le porte del Quirinale: “Un gruppo di lavoro – aveva affermato – sta già definendo le modalità di questa nuova utilizzazione del Palazzo da parte dei nostri concittadini e di chiunque, anche straniero, vorrà visitarlo giorno per giorno”. Una promessa mantenuta. E’ così che il Quirinale, Palazzo prima Papale, poi Reale, infine Presidenziale, è stato ‘restituito’ alla sua città e al suo Paese, divenendo, non retoricamente, la ‘Casa degli Italiani’. Entusiasti, al termine della visita, gli studenti dell’Istituto Alberghiero di Ladispoli.

 

Share |
Ultima modifica il Martedì, 11 Febbraio 2020 18:02