Mercoledì 23 Settembre 2020

GRANDO: MINIMARKET ETNICI, " VERGOGNOSO" IL TAR CI BOCCIA L'ORDINANZA, MA QUALCUNO DI LORO, ANCORA CONTINUA A VENDERE ALCOOLICI DOPO L'ORARIO CONSENTITO In evidenza

Vota questo articolo
(0 Voti)
Venerdì, Agosto 07, 2020 9:21

Dopo la sospensione da parte del TAR Lazio degli effetti dell’ordinanza sindacale n.65/2020 che riguardava i minimarket etnici avevo preannunciato che avrei chiesto alla Polizia locale di effettuare dei controlli mirati per verificare il rispetto delle regole da parte di tali attività.

 

Ebbene, alla Polizia locale sono bastate poche ore per individuare un gestore che, al di fuori dell’orario consentito, ha venduto alcolici da asporto nonostante il divieto espresso, ancora in vigore, contenuto nella stessa ordinanza n.65. Ieri sera un agente della Polizia locale in borghese si è recato dopo le ore 21:00 in un minimarket etnico, non sto a specificarvi quale, chiedendo di acquistare una bottiglia di birra da asporto.
la risposta del gestore, che sapeva perfettamente che dopo le 21:00 non era consentito vendere alcolici da asporto, è stata: “a quest’ora non si potrebbe, nascondila bene”.
L’agente ha concluso l’acquisto ed è uscito dal locale.
Accertata la violazione il Comandante della Polizia locale Sergio Blasi, che attendeva all’esterno dell’esercito commerciale, è entrato nel negozio ed ha applicato la sanzione prevista di 400 euro.
Tutto questo dopo nemmeno 12 ore dalla sentenza del TAR.
Vergognoso!
 

 

Share |