Lunedì 1 Marzo 2021

LADISPOLI, IL COMUNE PARTECIPA AL BANDO “SPORT E PERIFERIE 2020” In evidenza

Vota questo articolo
(0 Voti)
Lunedì, Novembre 02, 2020 13:25

“Il Comune di Ladispoli partecipa al bando “Sport e Periferie 2020” per realizzare un centro sportivo polivalente nell’area di Viale Mediterraneo, nel tratto compreso fra Via delle Mimose e Via Nicosia”.

Con queste parole l’assessore ai lavori pubblici Veronica De Santis ha annunciato che il Comune di Ladispoli, partecipando al bando della Presidenza del Consiglio dei Ministri, non vuole fermarsi alla realizzazione del nuovo palazzetto dello sport, bensì intende potenziare ulteriormente l'offerta sportiva, includendo in un unico progetto attività per ogni fascia di età e grado di preparazione atletica.

“ Il progetto presentato – ha proseguito De Santis – ha un quadro economico di oltre un milione di euro, di cui 700.000 richiesti a fondo perduto con la partecipazione al bando. In caso di ottenimento del finanziamento la parte restante sarà a carico del Comune.

Il centro sportivo è composto dai seguenti impianti:

  1. 1 campo da basket / pallavolo coperto;
  2. 1 campo da basket / pallavolo scoperto;
  3. 3 muri da arrampicata;
  4. 1 skatepark;
  5. 2 campi da Bocce;
  6. 1 percorso ciclo pedonale / jogging e percorsi di atletica;
  7. 1 campo di padel.

Le attività sportive per bambini integrate sono:

n.1 campo mini-volley;

n.1 campo mini-basket;

  1. 2 campi mini-tennis;

Per completare il tutto sono previsti anche interventi di miglioramento del verde sull’intera area e la realizzazione di un punto ristoro con servizi pubblici.

Soddisfatto anche l'assessore allo sport Marco Milani: “L'Amministrazione comunale crede fermamente che lo sport sia un valore aggiunto per la nostra società. Ringrazio l'assessore De Santis, l'Ufficio Manutenzioni e la progettista arch. Enza Evangelista che hanno seguito l'iter e messo su carta, con ottimi risultati, questa idea progettuale così ambiziosa. Con questo progetto – ha concluso l'assessore Milani- dimostriamo ancora una volta, qualora ce ne fosse bisogno, una sensibilità particolare nei confronti del mondo dello sport”.

Share |