Sabato 14 Dicembre 2019

PIANO DI INTERVENTO COORDINATO PER LA RICERCA DI DUE PRESUNTI DISPERSI

Mercoledì, Agosto 20, 2014 11:36

 

E’ pervenuta alla Sala Operativa della Capitaneria di porto di Civitavecchia, tramite il numero per le emergenze in mare 1530, la segnalazione effettuata da parte di una signora che si trovava in localitĂ  Santa Marinella,  circa la presunta presenza, nello specchio acqueo antistante il tratto di costa in questione, di una piccola unitĂ  a vela capovolta e di due persone in acqua.

Immediatamente è stata attivata la macchina dei soccorsi, avviando le ricerche di superficie portate avanti da un complesso dispositivo di ricerca via terra, ove personale dipendente ha perlustrato attentamente il litorale, e via mare, attraverso l’impiego di ben tre unitĂ  navali, la motovedetta S.A.R. CP 891, il gommone del Nucleo Sommozzatori di Santa Marinella e la motobarca dei Vigili del Fuoco VFR 12. E’ stato altresì disposto l’intervento dell’elicottero dei Vigili del Fuoco, che ha sorvolato l’area coordinandosi secondo apposito schema con i mezzi nauticiL’attivitĂ  di ricerca, protrattasi per svariate ore, dal momento della ricezione della segnalazione fino a quando non vi era una visibilitĂ  utile, ha avuto esito negativo.

Capillari i controlli nel corso dei quali sono state interessate anche le altre Forze di Polizia, al fine di appurare l’esistenza della denuncia di eventuali persone scomparse, nonchĂ© le verifiche effettuate presso i porticcioli turistici ed i rimessaggi al fine diconstatare il rientro in sicurezza di tutte le unitĂ  uscite in  mare, senza tuttavia ottenere riscontri significativi in merito.

Nella primissima mattinata odierna sono ripartite le ricerche condotte con la motovedetta CP 2104 che dal porto di Civitavecchia, effettuerĂ  un attento pattugliamento della zona fino a risalire al luogo indicato dai segnalanti, tenendo conto delle correnti e dei venti che possono aver inciso sulla direzione dell’unitĂ  e le persone ricercate.

Il personale del Corpo è stato impegnato in casi analoghi verificatisi lungo le coste nazionali, come quello occorso nelle acque antistati Baia dei Saraceni, nel Comune di Savona, dove sono state soccorse e salvate due persone finite a mare a seguito del capovolgimento del proprio natante da diporto.

 

 

Share |