Domenica 19 Maggio 2019

Riceviamo e pubblichiamo dal Movimento Civico di Idee e Cultura “INSIEME

Sabato, Novembre 22, 2014 14:36

Spettabile Redazione del mass-media il Movimento Civico di Idee e Cultura “INSIEME”, sigla “INS.” ai fini dell'affermazione della cultura della legalità, dopo la nostra proposta semplice ed interessante relativa all'Anagrafe condominiale per frenare l'emorragia fiscale

che gentilmente il Direttore di un mass-media locale ci ha pubblicato a pagina 18 il 31.10.2014 e che ringraziamo, apprendiamo che un altro mass- media locale giovedì u.s. con un articolo inizia a chiarire la situazione del debito in cui versa l'Ente Locale in ordine alla presenza negli anni passati di debiti fuori bilancio, circa il ricorso alle anticipazioni di tesoreria, attestando che non è poi tanto virtuoso in materia di finanza pubblica. La difficoltà a reperire risorse finanziarie e tenuto conto della nota crisi che si trascina da molto tempo e costantemente divulgata dai mass-media, fa si che oggi tra i contribuenti che ricevono Decreti ingiuntivi ci sia anche l'Ente Locale che a seguito del Decreto ingiuntivo notificato da un Condominio, ha dovuto riunirsi per deliberare (G.C. n.216/2014) immediatamente giovedì 20.11.2014 alle 13.30 per decidere sulla proposta conciliativa per il pagamento di oneri condominiali arretrati e scaduti con il quale è stato ordinato di pagare la complessiva somma di € 5.001,71, oltre interessi legali dalla domanda e fino al soddisfo e spese della procedura monitoria pari ad € 730,00 oltre iva e cpa. Difatti, considerate le disposizioni di attuazione di cui all'articolo 63, quarto comma, Codice Civile (articolo in vigore dal 18 giugno 2013) "chi subentra nei diritti di un condomino è obbligato, solidalmente con questo, al pagamento dei contributi relativi all'anno in corso e a quello precedente", il competente Tribunale ha accolto la domanda presentata in subordine dal Condominio istante e l' Ente Locale, ha ritenuto opportuno e nello stesso tempo doveroso trovare un accordo bonario con il Condominio, un accordo transattivo sotteso ad evitare l'indubbia soccombenza in giudizio, con evidenti  aggravi di spese per manifesta improponibilità di eccezioni degne di pregio logico e giuridico. Infine, il Movimento Civico di Idee e Cultura “INSIEME”, sigla “INS.” si augura che l'Ente Locale trovi al tempo stesso ed immediatamente anche soluzioni bonarie in ordine alle richieste fatte dai cittadini commercianti in materia di TARI ed anche per altre situazioni, atteso che tutti i cittadini di Ladispoli (Roma) si sono visti recapitare i modelli F24 per il pagamento della TARI corredati da Informazioni sulla tariffa per il Servizio di Igiene Urbana anno 2014, aumentata nuovamente per tutti rispetto agli anni pregressi. Il Consiglio Direttivo del Movimento Civico di Idee e Cultura “INSIEME”, sigla “INS.”, ringrazia la Redazione del Mass – Media per l’eventuale piccolo spazio concesso.

Ladispoli (Roma), 22 novembre 2014.

      MOVIMENTO CIVICO DI IDEE

       E CULTURA “INSIEME”, sigla “INS.”

Associazione non riconosciuta

ai sensi degli articoli 36,37 e 38 del Codice Civile -

                                                                 Il Presidente Diego CORRAO

Share |