Domenica 22 Luglio 2018

Governo Civico, Parcheggi: l’insidia oltre il ventilato aumento

Martedì, Febbraio 13, 2018 18:05

( riceviamo e pubblichiamo) E’ oramai di pubblico dominio l’intenzione, da parte della nuova amministrazione, di aumentare le tariffe per le strisce blu.

Noi di Governo Civico riteniamo che questo aumento, oltre a quello della TARI ed ai tagli in diversi settori, tra i quali anche quello relativo alle politiche sociali, siano l’ennesima dimostrazione che, di quanto sbandierato in campagna elettorale, dove promettevano di migliorare in tutti i campi, l’unica cosa ben riuscita sia stata quella di migliorare i loro stipendi. Ma dietro a questa, purtroppo consolidata, quotidiana corsa agli aumenti, si nasconde una insidia originata dalla scarsa conoscenza, da parte dei nuovi amministratori, delle effettive esigenze di chi vive ogni giorno la nostra città. Ci riferiamo, ad esempio, alla possibilità degli abbonamenti per i residenti , che tra l’altro già esistono ma a prezzi molto più bassi, i quali, con la nuova proposta, subirebbero un aumento del 300 per cento... e questo lo chiamano vantaggio!!?? Il vantaggio in realtà è solo per le casse comunali... invece di spremere i cittadini, i commercianti  ed i turisti, provate a fare gli amministratori.... Vorremo anche ricordare che nei centri commerciali i parcheggi sono gratuiti, non chiediamo tanto... questa nuova stangata, se andrà in porto, sarà un ulteriore mazzata che colpirà tutti ed in particolar modo il commercio, che andrebbe, invece, sostenuto. Se per la nuova amministrazione il rilancio turistico e commerciale è aumentare le tariffe ... no comment!.... ma è chiaro che mascherare questi “balzelli” con proclami di una rinnovata politica economica a favore della comunità, evidenzia, invece, l’interesse primario di questa amministrazione che è quello di “far cassetta”, lasciando disattese le reali esigenze dei cittadini… questo comportamento possiamo chiamarlo incapacità o menefreghismo… oppure, e siamo sicuri di non sbagliare, entrambi le cose.

Share |