Giovedì 29 Luglio 2021

MILANI: “LA NOSTRA BIBLIOTECA È ORA UN GIOIELLO, APPENA LA LEGGE CE LO CONSENTIRÀ TORNERÀ A DISPOSIZIONE DI TUTTI” In evidenza

Vota questo articolo
(0 Voti)
Venerdì, Marzo 26, 2021 15:51

“Si comunica alla Cittadinanza che la Biblioteca “Peppino Impastato” di Ladispoli è, chiusa come tutte le biblioteche del Paese, nel rispetto delle normative anti-Covid19”.

 

Le parole sono dell’assessore alla cultura, Marco Milani, che ha spiegato cosa accadrà per la biblioteca comunale di Ladispoli. “Come già ripetuto ampiamente, con una scelta oggettivamente oculata e di buon senso, avendo necessità di ristrutturare l'edificio che ospita la Biblioteca, abbiamo effettuato i relativi lavori proprio in questo periodo, senza arrecare danno o disagi alla utenza. Va da sé che ristrutturare una Biblioteca non significa imbiancare una parete, ma fare lavori seri, spostare migliaia di libri (in totale 55.000 circa), pulire, ricatalogare i libri stessi, e naturalmente ci vuole tempo. Oltre tutto in Biblioteca lavorano solo tre persone (che hanno garantito la loro presenza fisica in ufficio, andando oltre orari e mansioni dovute, continuativamente), dal momento che i due bibliotecari forniti da LazioCrea (Regione Lazio) sono stati dapprima messi in smart work e poi ce ne hanno tolto uno. Si coglie l'occasione anche per ricordare che, grazie all'ottenimento di un contributo regionale/Mibact, sono stati acquistati 16.000 euro di libri, tutti da catalogare e posizionare. Nonostante tutto ciò siamo ormai prossimi alla riapertura, naturalmente limitata al ritiro e consegna testi perché, repetita iuvant, la Biblioteca è chiusa per legge, e non possiamo prendere in considerazione istanze che chiedono invece di infrangere leggi di Stato. Concludo dicendo che questi interventi sono stati provvidenziali, perché durante i lavori in corso abbiamo potuto aggiornare anche l'aspetto burocratico della struttura, mettendo tutto a norma. Presto quindi la Biblioteca riaprirà, nuova, pulita, sanificata, con impianto di aerazione funzionante, con il patrimonio librario ordinato e al proprio posto ed con un impianto antincendio a norma. La nostra preziosa Biblioteca è ora un gioiello e appena la legge ce lo consentirà, tornerà a disposizione di tutti”.

 

Share |