Domenica 26 Settembre 2021

LADISPOLI, LA COALIZIONE DI SINISTRA: SALVINI, DIECI MINUTI DI BALLE SOTTO IL SOLE In evidenza

Vota questo articolo
(0 Voti)
Lunedì, Luglio 12, 2021 13:31

 Ad ora di aperitivo approda a Ladispoli, in una piazza Rossellini “deliziosamente” vuota, il Salvini, quel leader in cerca di leadership dopo il sorpasso a destra della Meloni.

 

Oltre ai politici locali e quadretti di partito, con un assembramento di persone irrispettoso delle più basilari norme di distanziamento sociale, il numero minimo sopra il flop era mantenuto dalle forze dell’ordine, presenti in gran numero e da alcune associazioni di volontariato.

Accolto, attraverso striscioni, anche da chi, puntualmente, ha voluto ricordargli dei famosi 49 milioni e della sua inconsistenza a livello di proposta politica, è arrivato, dunque, ieri in città il segretario di un partito che, senza timore del ridicolo, si candida a Premier in una nazione che non prevede il premierato e che ha intrattenuto i suoi sostenitori con dieci minuti di balle che hanno mirato all’interesse della pancia dei presenti, confidando di non stimolare la memoria dei presenti con i suoi slogan del passato recente quali “Roma ladrona” o “forza Vesuvio”, solo per citarne alcuni.

Inutile star qui a ripetere le cose da lui dette, espresse sempre allo stesso modo e riguardanti il referendum sulla riforma della giustizia, il ddl Zan e i migranti; cose a cui la sua parte politica è abituata a strumentalizzare.

Chi ragiona con serenità conosce benissimo l’importanza del contrasto ad ogni forma di discriminazione in direzione di una società più evoluta, del significato della vita umana e della sua salvaguardia e sa che il referendum è lo strumento sbagliato poiché in Italia sono solo abrogativi e non propositivi. E sempre in tema di giustizia e sicurezza, il passo in avanti operato sul territorio del Comune di Ladispoli con il commissariato di Polizia è stata una decisione operata dal Ministro Lamorgese con il secondo governo Conte e non da coloro che parlano solo per il gusto di ottenere successo personale o da chi viene solo per fare propaganda.

Terminato il discorso con un “Forza azzurri!”, come un Fantozzi qualunque, colui ribattezzato “il capitano” si è concesso a selfie, augurandosi, non trattenendo oltre il disgusto, una fila in ordine svizzero. Dopo qualche minuto era tutto concluso. 

Della serie “il nulla con il poco intorno”.

Movimento Cinque Stelle Ladispoli

Partito Democratico Ladispoli

Movimento civico Uniti Possiamo - Casa del Popolo Ladispoli  

Movimento civico Ladispoli CittĂ 

Movimento civico Si può fare

 

Share |
Ultima modifica il Lunedì, 12 Luglio 2021 14:01